5 cose da tenere lontano dalla pandemia... e 5 da tirare lo sciacquone


Quand'è stata l'ultima volta che sei entrato in un locale senza mascherina?
Non ti ricordi nemmeno

La pandemia è già, ufficialmente, uno di quei momenti che da quel momento in poi ti cambieranno la vita. Uno prima e uno dopo. Come parlare della peseta, di Chenoa che annuncia in tuta di aver rotto con Bisbal, del Caribe Mix 95... cambiamenti storici che racconti alle nuove generazioni come se fosse una leggenda epica.


Ma siamo migliorati o peggiorati?

Torniamo nei bar, per infilare la lingua in sconosciuti senza paura, per riprendere a toccare... per muoverci liberamente nel mondo.

Sembra che la paura del coronavirus si stia allontanando o che almeno ci siamo 'abituati', come la quinta volta che Fani mette Christofer sull'isola delle tentazioni e... beh, cosa vuoi che dica , come se non fosse così sorprendente né scioccante come la prima volta.

Lo vedevi arrivare... te lo dici usando la logica.

Per questo, ora che hanno messo la siringa in tutti noi e camminiamo verso “l'immunità di gregge”, ci chiediamo: siamo migliori o peggiori di prima? Beh, come tutto, dipende. Ci sono piccole cose che abbiamo riscoperto e che sono venute (o tornate) per restare (per tornare ancora 🎶🎶) e altre a cui diremo addio per sempre, senza rimpianti.



COSE BENE, COSE FETEN DELLA PANDEMIA

1. LA TUA CASA, IL TUO TEMPIO

La pandemia ha fatto un ottimo lavoro per gli introversi. La cosa 'Oggi rimango a casa' e il piano per film, giochi da tavolo, videoconsole... è benvenuto come andare a una festa fino a notte fonda.


2. Dall'ATHLEISURE ... al pigiama.

O essere in grado di andare per strada in pigiama come vestito  senza guardarti strano.

Ed è che dico sempre che i choni del mio quartiere sono stati visionari in anticipo sui tempi; alcuni fraintesi per una questione di moda.

3. TELELAVORO

O meglio che il lavoro ti si addice e dove vuoi vivere  (e non viceversa).


Un lavoro più flessibile, più sano... e dove è chiaro che le aziende devono organizzarsi o la banda verrà licenziata senza voltarsi indietro.


4. L'ANIMA NELL'ARIA

E questo è spagnolo al 100%: rivendicare la strada, il parco e la pianta al sole.


Tornare alle bottiglie grandi, ai terrazzi fino ad arrivare all'ipotermia... e fuggire dai luoghi chiusi e costosi, per impostazione predefinita.


5. Non è necessario toccarsi e avvicinarsi così tanto... sempre.

Non saremo mai noiosi nordici, ma non è male non sentire l'obbligo di dare baci e abbracci a tutti i quisqui.

Ci sembrerebbe anche bello costringere la banda a indossare una maschera invece di tossire sul collo se vai sull'autobus e hanno l'influenza.



A DOPO, MARICARMEN

Cose che speriamo vengano lasciate indietro:

1. La polizia del balcone

Oppure ti guardano male se tossisci in fila al supermercato, denunciano la vicina Stasi tirano se sale in platea tanta gente, guardano di traverso la notizia di feste massicce,... basta la segnalazione collettiva, per favore.

2. Restrizioni stupide

Il gel idroalcolico obbligatorio, il non potersi alzare dalla sedia ad un concerto, lo sport con la mascherina, l'assenza di cibo sugli aerei, l'assenza di portatovaglioli nei bar... mi dispiace ma non funziona più.

3. Non "armonizzazione"

Che stare tutto il giorno a lavorare in casa alla fine diventa un pallone e non sai distinguere dove inizia la tua vita e dove finisce il lavoro. Mettiamo delle barriere (almeno mentali) per proteggere gli spazi.

4. Fobia della folla

Non è essere un sostenitore del primark o dei ristoranti dove puoi vedere i peli sul naso del tuo vicino... ma piuttosto goderti uno stadio pieno, un festival vivace, un cinema pieno...

5. Dover pianificare tutto

Perché senza biglietto o prenotazione... difficilmente puoi fare nulla. E ci viene voglia di tornare all'improvvisazione, al 'ci siamo fatti coinvolgere', al 'e se proviamo questo sito'? senza dover compilare moduli e domande.


E tu, come è cambiata la tua vita? Cosa hai scoperto e cosa non ti perderai mai?

PS: Proponiamo un cambio di tendenza: cambia la maschera chirurgica con quella abbellente di Siwon. Dallo stress... al momento di relax. Da orecchie doloranti... a pori riconoscenti. Dell'attrito e del maskné…. al divertimento e al tiki-tiki.


MASCHERA RICARICA DEGLI EROI

Maschera viso in idrogel con effetto ricarica-batteria. Idrata, rinfresca, aiuta con i brufoli, riduce le rughe e i postumi della sbornia del giorno prima.
Confezione da 4 unità.


Sivin
Facciamo bene!


Related Posts

Padrear, pappies y daddie glow-up
Padrear, pappies y daddie glow-up
De padrear y daddy glow-ups Querido papichulo, papito o DILF; se acerca el día del padre. Podríamos dedicarnos a esc...
Read More
Una de amigos con derecho a roce y antioxidantes
Una de amigos con derecho a roce y antioxidantes
Una de amigos con derecho a roce y antioxidantes “¿Quién no se ha dado un pipazo con una buena amiga?” - Lola Flo...
Read More
Año del dragón
Año del dragón
el año del dragón de madera. El 🔥 está encendido, la 🪵 arde  Si te riges por el calendario lunar como hacen chinos,...
Read More